February 19, 2018

Così dicevano. Invece una settimana nell’ombra di frenetiche e riservate riunioni, si sono decise le candidature per le elezioni, e ora, giorno dopo giorno, si comincia ad apprendere i nomi dei candidati dei “nostri territori”, selezionati spesso a insaputa degli stessi iscritti dei partiti. Ricordo solo un meccanismo di Possibile per discutere apertamente delle candidature, ma c’è da guardare attoniti a queste notti della repubblica, in cui senza molta luce si decidono le liste dei futuri eletti, notti in cui molti aspiranti candidati si priverebbero di un braccio o ucciderebbero la madre pur di farcela, e manco esagero troppo. Basti pensare a “liberali” della domenica che il lunedì si presentano sotto lo scudo crociato, a gente che si voleva di sinistra e di opposizione ma improvvisamente si ravvede accodandosi, a partiti che volevano cambiare l’Italia e oggi sono tutti contenti per aver infilato il simbolo accanto agli avversarsi di una vita. Notti in cui si commettono “parricidi” e...

Please reload

Please reload

Archivio
  • Facebook Basic Square
Please reload